Crea sito

IL CANTO DEL VENTO

img_21092 La montagna ha sempre avuto un forte ascendente su di me: la sua maestosità, il suo continuo mutare, i colori, il pericolo, la paura, lo stupore! Un mix di emozioni uniche che irrompono dentro di te facendoti sentire parte integrante della maestosità del modo e della sua natura. In queste foto ho voluto rendere omaggio ad una delle cime più suggestive della Val di Fassa: il Sass Pordoi, lo sperone più avanzimg_21272ato a sud dell’intero Gruppo Sella e i suoi tre versanti straordinariamente vertiginosi a picco sulla Val Lastìes, su Pian de Schiavanèis e sul Passo Pordoi. E‘ sempre emozionante salire al “Sass Pordoi” in estate, sfiorare le sue pareti pallide e scoprire un maestoso paesaggio reso ancora più suggestivo dall’aria pura e frizzante dei suoi 2.950 m. Il mio sguardo si perde a vista d’occhio verso il gruppo del Sella, verso il gruppo del Sassolungo, verso la Marmoimg_21623lada ed il suo suggestivo Ghiacciaio e non posso fare altro che pensare alla storia delle Dolomiti che si è scritta qui. Proprio ai piedi di queste cime tra le più famose del mondo, molti uomini prima di me, ricchi di spirito d’avventura, sono partiti per incredibili esplorazioni.  Uomini come Tita Piaz,  il famoso “Diavolo delle Dolomiti”, che ha scritto parole indelebili su questo angolo di natura  sempre imprevedibile e raramente così espressivo.img_21513L’atmosfera che si respira è di profonda quiete: gli uccelli volano liberi tra nuvole variabili di minuto in minuto, il sole è accecante, il freddo penetrante, ed in alcuni impercettibili momenti senti quasi il vento cantare.

Foto e testo di Sara Bonezzi


Comments are closed.